LALLIER : L’ALTA SARTORIA DEL VINO

IL VIGNETO LALLIER, UNA SPINA DORSALE DI 15 ETTARI

Il Vigneto LALLIER è la spina dorsale delle competenze e dell’esperienza della Maison. Ha una superficie di poco più di quindici ettari, la maggior parte dei quali sono classificati Grand Cru e si trovano nella regione viticola di Aÿ.
Il Vigneto della Maison fornisce il 40% dell’approvvigionamento totale delle uve. Francis Tribaut pratica una viticoltura «ragionata», sempre rivolta al massimo rispetto dell’ambiente: la confusione sessuale permette di non usare insetticidi e i suoli sono lavorati meccanicamente.

SELEZIONARE
LA « CREME DE LA CREME »

Francis Tribaut gestisce con molto rigore il vigneto e supervisiona personalmente la selezione delle uve. Durante la vendemmia non è raro vederlo saltare da una pressa all’altra.
ungo tutto il corso dell’anno instaura solidi rapporti con i viticoltori che, capendo le sue esigenze, possono fornire la qualità da lui ricercata.

Una produzione volutamente limitata

“Less is more”. Questa famosa frase dell’architetto Mies van der Rohe ben esprime la filosofia LALLIER. Mentre molti puntano sempre più sulla quantità, la Maison ha fatto una scelta accorta: limitare la produzione a sole 400.000 bottiglie all’anno. Secondo Francis Tribaut questa è l’unica maniera per soddisfare le esigenze della Maison e dei fedeli consumatori LALLIER.

COSA RENDE
LALLIER DIFFERENTE

Esclusivamente Pinot Nero e Chardonnay

Per ottenere degli champagne di alta qualità, LALLIER ha scelto di vinificare esclusivamente i due vitigni più nobili: il Pinot Nero e lo Chardonnay. Questo stile, di ispirazione borgognona, sottolinea ancora una volta l’importanza della qualità dei suoi vini per LALLIER.

Selezione parcellare o comunale: terroir e vitigno

La cantina di Oger è dotata di numerose vasche in acciaio inox termoregolate e di varie dimensioni. Questo permette di separare i diversi crus durante la vinificazione e offrire così un’ampia gamma gustativa che riflette la tipicità di ogni terroir.

Lieviti «fatti in casa»

Dal 2007, Francis Tribaut utilizza per le fermentazioni alcoliche dei lieviti autoctoni, selezionati e coltivati a partire dai lieviti naturalmente presenti sulle uve Chardonnay della parcella Grand Cru “Loridon” ad Aÿ, la migliore del vigneto LALLIER. Dopo anni di pratica, LALLIER usa esclusivamente questo metodo artigianale per le sue fermentazioni.

Vinificazioni con o senza fermentazione malolattica

Per preservare la freschezza e l’autenticità dei suoi vini, Francis Tribaut sceglie ogni anno, a seconda dell’andamento dell’annata, quali cuvées non faranno una fermentazione malolattica. Questa tecnica, non sistematica in LALLIER, conferisce al vino un grande potenziale di maturazione.

L’assemblaggio: un’ampia gamma di vini di base e un uso moderato dei vins de réserve

Ogni anno, l’assemblaggio è quel magico momento in cui lo stile LALLIER si definisce. I vins de réserve sono usati con parsimonia (circa il 20%) così da garantire il gusto LALLIER: cremoso, gustoso e intenso.

Un basso dosaggio per esprimere la texture originale

Il liqueur de dosage è ottenuto a partire dai vini base destinati alla produzione dei due prodotti emblematici della Maison: il Blanc de Blancs e l’Ouvrage Grand Cru. La filosofia LALLIER consiste nel lasciar esprimere il terroir e nel preservare la complessità aromatica originale di ogni cuvée. L’aggiunta di liqueur dopo la sboccatura è quindi ridotta al minimo per rispettare al meglio le qualità proprie di ogni champagne.

La precisione, la finezza e l’equilibrio sono il riflesso della competenza di LALLIER.

Ogni champagne ha una propria personalità, che al naso e al palato si presenta schietta, generosa e complessa, spesso definita cremosa o gourmande.

VEcco perchè i nostri vini si abbinano perfettamente alla cucina di alta qualità. Lo stile LALLIER ha un’eleganza naturale, è
una sensazione e allo stesso tempo un punto di arrivo, un inizio e anche una fine, un mistero che le parole non possono esprimere a pieno. I nostri champagne hanno tutte le qualità per invitare al piacere del “buon bere”.

GASTRONOMIA E LALLIER:
UN LEGAME PROFONDO

I nostri migliori ambasciatori sono proprio i nostri vini. Sono loro che parlano a nostro nome ogni giorno, in Francia e nel resto del mondo.
Dai ristoranti stellati ai bistrot, dalle enoteche alle tavole degli amanti dell’eccellenza: questo è il luogo a cui apparteniamo, dove il “buon bere” e il “buon mangiare” si uniscono.

Sorry, you are not old enough to visit this website

To visit our website, you must be of legal age to buy and use our produtcs in your country of residence. If there is no such legislation, you declare to be aged 21 years old or more.
Alcohol abuse is dangerous for your health. Please drink our products responsibly